Conferenza Permanente

Competenze:

Conferenza permanente istituita dall' articolo 3 del D.P.R. 18 agosto 2015 n. 133 


La legge di stabilità 2015 (l. 23 dicembre 2014, n. 190, art. 1 commi 527, 528, 529 e 530), innovando radicalmente la disciplina delle funzioni di spesa correlate alla gestione degli uffici giudiziari, ha stabilito che, con decorrenza dal 1° settembre 2015, le spese obbligatorie necessarie alla gestione degli uffici giudiziari sono trasferite dai Comuni, cui erano assegnate dal 1941, al Ministero della giustizia.


L'articolo 3 del D.P.R. 18 agosto 2015, n. 133, recante “Regolamento sulle misure organizzative a livello centrale e periferico per l'attuazione delle disposizioni dei commi 527, 528, 529 e 530 dell'articolo 1 della Legge 23 dicembre 2014, n. 190”, ha istituito, in luogo della soppressa Commissione di manutenzione, la Conferenza permanente per lo svolgimento dei compiti di cui all'art. 4.


La Conferenza è convocata dal Presidente della Corte di Appello, che la presiede, e, sulle materie inerenti alla sicurezza, anche su richiesta del Procuratore Generale.


Essa è composta dai capi degli uffici giudiziari e dai dirigenti amministrativi e alle sue riunioni sono invitati a partecipare, senza diritto di voto, il Presidente del locale consiglio dell'ordine degli avvocati, i Coordinatori degli uffici del giudice di pace interessati e i rappresentanti degli enti locali.


La prima convocazione della Conferenza permanente è per il giorno 24 settembre ore 9:30 presso la sala delle adunanze di questa Presidenza, per l'esame dell'allegato ordine del giorno, con invito al Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici a voler indicare il nominativo di un rappresentante dell'Amministrazione da invitare alle riunioni.

La Corte di Appello di Salerno applica il CAF (Common Assessment Framework) alla propria organizzazione come strumento di miglioramento continuo.

BUONE PRASSI
(best practices)

Ufficio del processo e ragionevole durata: la Banca Dati Digitale Conciliativa (BDDC).