Archivio delle news dal mondo del diritto - Area Penale - Archivio Cronologico


  • 25/05/2016 - Ordinanza emessa in data 20 maggio 2016 dalla Corte di Appello di Salerno (Pres. Tringali - rel. Pellegrino)in tema di revoca della pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici

  • 24/04/2016 - Sentenza Cassazione Penale, Sezioni Unite n. 13681, ud. del 25/02/2016, dep. il 06/04/2016 (Pres. Canzio, Rel. Blaiotta) in tema di non punibilità per particolare tenuità del fatto ex art. 131 bis c.p.

  • 15/04/2016 - Sentenza n. 623/2016, emessa dalla Corte di Appello di Salerno - sezione penale il 18 marzo 2016 in tema di depenalizzazione e prescrizione (Pres. estens. Dott. Pellegrino)

  • 15/04/2016 - Cassazione penale, sez. III, 25/10/1996, n. 10238 - Estinzione del reato e prescrizione; Sentenza Corte di Appello di Salerno, 18/03/2016, dep. contestualmente, n. 623/2016 (ricerca e redazione a cura della dott. Rita Guerra)

  • 07/04/2016 - Circostanze del reato - Suggestione di folla in tumulto - Sentenza n. 469/2016, emessa dalla Corte di Appello in data 01/03/2016 (Pres. Tringali - Estens. Pellegrino)

  • 07/04/2016 - Circostanze aggravanti del furto - esclusione del mezzo fraudolento - Sentenza n. 200/2016, emessa il 5/02/2016 dalla Corte di Appello di Salerno (Pres. estens. Pellegrino)

  • 22/03/2016 - Sentenza resa il 18 marzo 2016 dalla Corte di Appello di Salerno, con la quale è stata tra l'altro affrontata l'interessante questione relativa al rapporto tra la depenalizzazione di cui al d. lg. 15 gennaio 2016, n. 8 e la prescrizione della fattispecie depenalizzata (relativa nel caso di specie al reato di contrabbando).

  • 08/03/2016 - Art. 131 bis cod.pen. - causa di non punibilità della particolare tenuità del fatto - sentenza Corte di Appello di Salerno (pres. Tringali - est. De Simone)

  • 09/02/2016 - Decreto legislativo 15 gennaio 2016 n. 7, contenente disposizioni in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili, a norma dell'articolo 2, comma 3, della legge 28 aprile 2014, n. 67. (G.U. Serie Generale n.17 del 22-1-2016)

  • 09/02/2016 - Decreto legislativo 15 gennaio 2016 n. 8, contenente disposizioni in materia di depenalizzazione, a norma dell'articolo 2, comma 2, della legge 28 aprile 2014, n. 67. (G.U. Serie Generale n.17 del 22-1-2016)

  • 06/03/2014 - CORTE DI CASSAZIONE – Sentenza 07 febbraio 2014, n. 5905 Omesso versamento di ritenute certificate – Esimente – Forza maggiore – Dolo – Omessa motivazione – Annullamento con rinvio – Necessità – Fondamento

  • 12/02/2014 - Cass., sez. 3, 21.1.2014, n. 2614. OMESSO VERSAMENTO DI IVA E DOLO Nel reato di omesso versamento di IVA la prova del dolo [insita in genere nella presentazione della dichiarazione annuale] si identifica nella coscienza e volontà di non versare all’Erario le ritenute effettuate nel periodo contestato.

  • 12/02/2014 - Corte di Cassazione, sezioni unite, 6.2.2014, n. 5838. Le dichiarazioni rese in sede di presentazione spontanea all’autorità giudiziaria sono idonee ad interrompere la prescrizione, al pari dell’interrogatorio, purché all’indagato siano stati contestati i fatti addebitati.

  • 21/01/2014 - Cass., sez. 2, 17 gennaio 2014, n. 1856. Concorso di reati e norme a più fattispecie – Sull’operatività del concorso di reati all’interno delle "norme penali miste"; in particolare, la fattispecie di cui all’art. 642 c.p. [fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona].

  • 14/01/2014 - La Cassazione sulla lieve entità del fatto ex art. 73, co. 5, del d.P.R. n. 309/1990, dopo il d.l. n. 146/2013

  • 14/01/2014 - Le decisioni della CORTE EDU nei confronti del Governo italiano ANNO 2013

  • 22/12/2013 - Cass., sez. 5, 4.12.2013 n. 48510. Il principio della immutabilità del giudice previsto dall’art. 525 cod. proc. pen., trova applicazione anche nel giudizio di appello celebrato in camera di consiglio a seguito dell’impugnazione di una sentenza emessa all’esito di rito abbreviato.

  • 24/11/2013 - Cass. pen., Sez. un., 18.4.2013 (dep. 2.8.2013), n. 33742, Pres. Lupo, Rel. Siotto, ric. Papola Non viola il divieto di reformatio in peius il giudice di appello che, pur escludendo una circostanza aggravante o riconoscendo una ulteriore circostanza attenuante in accoglimento dei motivi proposti dall'imputato, confermi la pena inflitta in primo grado, ribadendo il giudizio di equivalenza tra le circostanze, purché quest'ultimo sia accompagnato da adeguata motivazione.

  • 24/11/2013 - Prescrizione del reato non ferma confisca dell'auto e sospensione di patente Cassazione penale , sez. IV, sentenza 07.10.2013 n° 41415

  • 22/11/2013 - SENTENZA N. 40354 UD. 18 LUGLIO 2013 - DEPOSITO DEL 30 SETTEMBRE 2013 Stampa Chiudi REATI CONTO IL PATRIMONIO - FURTO IN SUPERMERCATO – OCCULTAMENTO DELLA MERCE PRELEVATA ALL’INTERNO DI UNA BORSA O SULLA PERSONA DELL’AGENTE – SUSSISTENZA DELL’AGGRAVANTE DEL MEZZO FRAUDOLENTO – ESCLUSIONE. Le Sezioni Unite, risolvendo un contrasto di giurisprudenza, hanno stabilito che ricorre l’ipotesi del furto semplice nel caso in cui l’agente occulti sulla sua persona, ovvero in una borsa, la merce prelevata dagli scaffali di un esercizio commerciale nel quale si pratichi la vendita self service e superi la cassa senza pagare, escludendo la sussistenza dell’aggravante dell’uso del mezzo fraudolento. Testo Completo: Sentenza n. 40354 udienza del 18 luglio 2013 - depositata il 30 settembre 2013 (Sezioni Unite Penali, Presidente G. Santacroce, Relatore R. Blaiotta)

  • 21/11/2013 - Corte di Cassazione, sez. 5, (ud. 26 giugno), 14 novembre 2013, n.45671 bancarotta fraudolenta - amministratore di fatto

  • 21/11/2013 - Corte di Cassazione, sez. 5, (ud. 26 giugno), 14 novembre 2013, n.45671

  • 14/11/2013 - La confisca disposta in assenza di condanna viola l’art. 7 Cedu

  • 14/11/2013 - Corte EDU Hogea v. Romania Mancata audizione di testimoni in appello

  • 14/11/2013 - Cassazione, sezioni unite, 24 ottobre 2013 – SANTACROCE, Presidente – MILO, Relatore – D’Ambrosio, P.M. (conf.) Delitti contro la P.A. – Concussione – Induzione indebita – Caratteristiche individualizzanti (artt. 317, 319-quater c.p.; L. 6 novembre 2012, n. 190). La fattispecie di induzione indebita di cui all’art. 319-quater c.p. è caratterizzata da una condotta di pressione non irresistibile da parte del pubblico ufficiale o dell’incaricato di un pubblico servizio, che lascia al destinatario della stessa un margine significativo di autodeterminazione e si coniuga con il perseguimento di un suo indebito vantaggio. Nella concussione di cui all'art. 317 cod. pen., invece, si è in presenza di una condotta del pubblico ufficiale che limita radicalmente la libertà di autodeterminazione del destinatario.

  • 14/11/2013 - CORTE DI CASSAZIONE - SEZIONE SESTA, SENTENZA 7 NOVEMBRE 2013 N. 44881

Corte di Appello